notizie

 

Mazda continua nell’impegno verso la neutralità al carbonio e la sicurezza di chi guida

  • Mazda accelera l’elettrificazione della sua flotta per arrivare alla neutralità al carbonio entro il 2050
  • Mazda amplia le tecnologie di sicurezza avanzate con l’introduzione del Mazda Co-Pilot Concept

Protesa verso un futuro a emissioni zero entro il 2050, Mazda Motor Corporation ha oggi annunciato che accelererà i suoi piani di elettrificazione globali. La Casa giapponese ritiene che entro il 2030 un quarto dei suoi prodotti sarà totalmente elettrico mentre tutti gli altri saranno in qualche forma elettrificati.

Tra il 2022 e il 2025, Mazda introdurrà una gamma di nuovi prodotti utilizzando la SKYACTIV Multi-Solution Scalable Architecture, principalmente per Giappone, Europa, Stati Uniti, Cina e ASEAN. Questa gamma comprenderà cinque modelli ibridi, cinque modelli ibridi plug-in e tre modelli elettrici. Ulteriori dettagli su questi nuovi prodotti e sui loro mercati di lancio saranno annunciati in seguito.

Mazda sta inoltre sviluppando una piattaforma dedicata per i veicoli elettrici – la SKYACTIV EV Scalable Architecture – che verrà utilizzata per veicoli elettrici di varie dimensioni e tipologia di carrozzeria sui prodotti che saranno lanciati tra il 2025 e il 2030.

L’approccio multisoluzione di Mazda per ridurre le emissioni di CO2

Mazda conferma il suo impegno nel ridurre le emissioni di CO2 di ogni vettura ed è convinta che si debbano sfruttare tutte le opzioni disponibili per raggiungere la neutralità climatica. Attraverso la SKYACTIV Multi-Solution Scalable Architecture, l’elettrificazione continuerà di pari passo con lo sviluppo della tecnologia avanzata per i motori a combustione interna, come il pluripremiato motore e-Skyactiv X, nonché con l’introduzione di nuovi motori sei cilindri in linea.

In molte regioni, Mazda sta investendo in differenti progetti e partnership per promuovere lo sviluppo e l’uso dei combustibili rinnovabili sulle auto. In Giappone, Mazda è coinvolta in vari progetti di ricerca e studi congiunti nell’ambito della collaborazione in corso tra industria, università e governo per promuovere la diffusa adozione di biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe. In Europa, Mazda è stata nel febbraio 2021 il primo costruttore ad entrare a far parte della eFuel Alliance.

Sistemi avanzati di sicurezza realizzati per chi guida: Mazda i-Activsense

Le auto Mazda sono fatte per chi guida. Per continuare a perseguire il suo obiettivo industriale di arrivare a una società senza incidenti stradali, Mazda ha annunciato che amplierà le proprie avanzate tecnologie di sicurezza con l’introduzione del proprio sistema di guida autonoma incentrato sull’uomo “Mazda Co-Pilot Concept”. Tale sistema debutterà come Mazda Co-Pilot 1.0 sulle vetture di dimensioni maggiori di Mazda a partire dal 2022.

Con il Mazda Co-Pilot Concept, Mazda introdurrà col tempo un sistema che monitora le condizioni del conducente in ogni momento. Se viene rilevato un improvviso cambiamento nelle condizioni fisiche del conducente, il sistema passa alla guida autonoma, portando l’auto in un luogo sicuro, fermandola ed effettuando una chiamata di emergenza.

Insieme a cinque produttori giapponesi, Mazda svilupperà specifiche progettuali comuni per i dispositivi di comunicazione di bordo di prossima generazione, al fine di arrivare ad un sistema di comunicazione standardizzato per fornire servizi di connessione più sicuri e senza stress.

Articoli relativi

Mazda è il primo costruttore ad aderire alla eFuel Alliance

Mazda ha annunciato oggi di essere il primo produttore automobilistico ad aderire alla “eFuel Alliance. Realtà aperta a tutte le aziende e organizzazioni che sostengono l’obiettivo di stabilire e promuovere l’idrogeno e i combustibili climaticamente neutri (e-fuel) in termini di CO2 come attori credibili e reali per la riduzione delle emissio...